Sintomi della dipendenza sessuale

sintomi dipendenza sessuale

La sempre più diffusa presenza di “nuove dipendenze”, legate alla fruizione di comportamenti spesso incentivati dalla diffusione di nuove mode nella società che permettono un accesso facilitato a rapporti occasionali, ha contribuito in diversi modi allo svilupparsi delle cosiddette compulsioni a sfondo sessuale.

Analizzandole nel loro manifestarsi, è possibile considerarle vere e proprie dipendenze, ritenendole tali nonostante l’assenza di sostanze di riferimento quali stupefacenti o medicinali; fattore comune anche ad altre attività dell’ampio campionario delle “dipendenze senza droga“, tra cui il gambling e lo shopping compulsivo.

La dipendenza sessuale si manifesta prevalentemente in individui già predisposti a sintomi di malattie ansiogene oppure scarsa stima di sé, al punto in cui egli crede di poter compensare tale stato dedicandosi ad un numero sempre più elevato di relazioni occasionali, rapporti compulsivi e generalmente una sessualità smodata.

Spesso la dipendenza sessuale viene erroneamente confusa con la presenza di un numero elevato di rapporti o prestazioni simili all’interno della propria vita sentimentale; tuttavia va considerato che il fattore discriminante è la presenza o l’assenza, viceversa, della capacità dell’individuo di sapere come e quando controllare i propri impulsi, evitando quindi di cadere in una spirale di comportamenti distruttivi sia del proprio benessere psicofisico che quello delle persone con cui l’individuo ha relazione.

Quali sono i sintomi della dipendenza sessuale?

Tra i sintomi più diffusi della dipendenza sessuale va perciò annoverata una generale necessità di trascorrere la maggior parte del tempo a soddisfare i propri impulsi erotici tramite la ricerca di materiale, cartaceo o digitale, volto a soddisfarli. Vanno inoltre incluse manifestazioni di tipo più fisico tra cui la promiscuità con più partner o la richiesta di prestazioni a professionisti: non manca quindi in questo scenario il crescente fenomeno della prostituzione personale, spesso praticata non semplicemente a fini di lucro, bensì per soddisfare la propria dipendenza.

Sacrificare anche i propri interessi, hobby o la capacità di scegliere a cosa dedicare il proprio tempo possono inoltre considerarsi come sintomi di una crescente importanza per la sessualità della persona. Questi fenomeni possono portare al peggioramento dei propri rapporti e la crescente presenza di alcune disfunzioni reali fino all’assenza di desiderio vero e proprio, inoltre sono in grado di intensificare ulteriormente l’ossessione fino a livelli in cui la persona non è più in grado di poter ritrovare la propria serenità.

In questo caso, la meta più vicina da perseguire per ritrovare una sessualità normale e adatta alle proprie esigenze è un intervento individuale a livello psicologico, se necessario affiancato ad alcuni rimedi farmacologici, che devono però rimanere del tutto transitori, fino alla ripresa del controllo dei propri impulsi, riflettendosi sul benessere generale della persona.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.