Ossessioni sessuali, come uscirne

ossessioni sessuali

Tra i comportamenti compulsivi che sono particolarmente tornati in auge nel nuovo millennio, a causa di una crescente diffusione di contenuti, pubblicità e opere di intrattenimento a sfondo sentimentale/erotico, le ossessioni sessuali fanno parte delle gratificazioni istantanee di cui sempre più donne e uomini vanno accusando gli effetti.

Spesso (anche se non sempre) correlate all’ipersessualità, tali dipendenze sessuali hanno generato anche fenomeni contrapposti nel tentativo di alcuni di combatterle, tra cui l’astinenza completa delle attività a sfondo erotico, oscillando quindi tra due estremi. Conoscere le ossessioni sessuali prevede che esse siano fatte rientrare in piena regola tra i comportamenti attuati indipendentemente dallo stato emotivo. Questo è vero, nonostante tendano a presentarsi più spesso nei momenti in cui l’individuo è sottoposto a particolari stress, siano essi di natura quotidiana, relazionale o sentimentale.

Come nascono le ossessioni sessuali?

Molto spesso le ossessioni sessuali indesiderate sono frutto di una situazione pregressa in cui l’incapacità ad affrontare determinate situazioni emotive ha impedito una canalizzazione dell’istinto sessuale in modalità espressive più equilibrate per il soggetto, a seconda delle sue esigenze, evitando incontri ripetuti e spesso voyeuristici con soggetti sconosciuti ed in situazioni pubbliche sulle quali l’ossessionato potrebbe arrivare a non avere più alcun controllo.

La prevenzione e la possibile uscita da tali ossessioni sessuali prevede quindi un percorso di aiuto, che può essere attuato con una comunicazione tra pari oppure tramite il supporto da parte di soggetti qualificati che abbiano sviluppato una relazione di fiducia con la persona. In tali processi si illustra alla persona come poter condurre una vita sentimentale e sessuale soddisfacente, e soprattutto non volta a compensare eventuali difetti o carenze reali o immaginarie, restituendole la stima di sé, essendo spesso l’ossessione sessuale volta a coprire eventuali carenze.

Una eccessiva svalutazione dell’importanza di una relazione stabile o l’impossibilità di riporre fiducia in un partner capace di ricambiare l’affetto da ossessione sessuale sono due delle cause che potrebbero portare il soggetto alla soddisfazione del proprio impulso con relativa leggerezza e senza soffermarsi sulle conseguenze.

E’ possibile garantire l’uscita dall’ipersessualità manifestata tramite ansia e pensieri ricorrenti attraverso la ricerca di una compagnia gratificante, che permetta di vivere in maniera equilibrata questa importante componente della vita individuale e relazionale.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.